LA GENOVA DI JACK SAVORETTI

Un Teatro della Tosse assolutamente gremito, già sold out da molte settimane, lo scorso  24 aprile ha accolto un talento eccezionale: Jack Savoretti!
Il celebre cantautore e musicista britannico, di origine italiana, più precisamente di padre genovese,  ha letteralmente incantato la platea  con la sua voce ruvida, calda e profonda. Un concentrato di energia e suggestioni che  chi ha avuto la fortuna di assistere al concerto non dimenticherà tanto facilmente!  Lo posso confermare in prima persona, dal momento che,  come si suole dire, io c’ero!

Ricordo ancora tutto alla perfezione! Seduta tra le prime file del teatro,  mi lascio fin da subito contagiare dalla sua grinta, così autentica e palpabile che a un certo punto sento penetrare  direttamente nel sangue,  come una scarica di adrenalina pura, che mi “obbliga” a seguire il ritmo della sua musica, a fare eco alle parole delle sue canzoni.

jack-savoretti-in-concerto

La voce appassionata di Jack, la sua chitarra suonata divinamente, mi conquistano nel profondo, trascinandomi in un turbine di emozioni  vere, quelle  che  fanno venire i brividi sulla pelle!
E lì  sul palco oltre a Jack , alla sua band e agli artisti che si esibiscono con  lui, una deliziosa Violetta Zironi e uno strepitoso Jack Jaselli,  c’è  anche un pezzettino di Genova o meglio, della sua amata Genova! Il suo  legame con la città paterna è davvero speciale e Savoretti non ne fa mistero!

Inizia  a lusingare La Superba ancora prima del concerto, affidando ai Social un corteggiamento serrato ” My favourite city… #Genoa ” dichiara in un tweet  a poche ore dall’ inizio dello spettacolo, e poi ancora su Facebook  ” Can’t wait to play in my beloved Genova! “

E la “dichiarazione d’amore” continua sul palco. “ Solo a Genova e a Londra mi sento così nervoso durante un  concerto”confida  Jack quando, tra un pezzo e l’altro, chiacchiera con il suo pubblico.  Si perché per lui esibirsi a Genova “è come esibirsi a casa” e a casa, si sa,  le emozioni  sono sempre più  intense. Il  calore e i ripetuti applausi dei genovesi presenti  in sala non lo lasciano di certo  indifferente,  anzi lo rendono davvero “touched” come lui stesso afferma.

jack-savoretti-con-la-maglia-del-genoa

Quando arriva il momento del bis Jack ricompare con la maglia del Genoa, indossata anche dagli altri membri della band. Chi, come me,  lo segue da tempo  lo sa bene, Jack Savoretti è un genoano sfegatato!  Basti pensare che ha scelto di girare il video di uno dei suoi celebri pezzi , che guarda caso si intitola “Home”, all’interno dello stadio genovese  Luigi Ferraris, durante il match Genoa – Juventus! Una passione che  coltiva fin dalla nascita, ereditata, come lui stesso racconta,  dal padre e dal nonno paterno.

Manca  poco alla fine dello spettacolo. Ormai tutti hanno abbandonato le poltroncine di velluto rosso; c’è chi balla, chi canta e chi affida al proprio smartphone il compito di immortalare una serata davvero “perfetta“! Così la definirà lo stesso Jack Savoretti sui Social.” Thank you so much for the perfect night”. Ad essere perfetta non sarà solo quella sera, ma anche il giorno successivo, quando, nonostante i tempi strettissimi e l’imminenza di un nuovo concerto in un’altra città italiana, Jack dedicherà un po’ del  suo preziosissimo tempo a Genova!

jack-savoretti-a-palazzo-tursi

Il 25 aprile, nel 70° anniversario della Liberazione, Savoretti  rivive la storia del nonno partigiano. Si reca infatti in Via Garibaldi, a Palazzo Tursi, dove il Sindaco Marco Doria gli mostra l’atto di resa dell’esercito tedesco del generale Meinhold nelle mani del Comitato di liberazione nazionale. Il prezioso documento porta anche la firma del nonno paterno, Giovanni Savoretti, insieme a quella degli altri esponenti del Comitato di liberazione nazionale per la Liguria, Remo Scappini, Enrico Martino e Mauro Aloni.

jack-morethanthis

Jack è profondamente emozionato. E lo è anche  quando ci racconta la “sua Genova”!  Perchè lui questa città la ama davvero!  Lo si intuisce dal suo sguardo,  dai suoi occhi che si illuminano  quando ne parla. Lo si capisce dalle parole, dagli aggettivi che sceglie per descriverla, una città “vera”, “forte”, “dura”, “elegante“  e  ” ogni volta  che la vedo scopro un segreto che ancora non conoscevo”.

Jack Savoretti racconta la sua Genova (video realizzato per il  Comune di Genova da Riccardo Molinari)

Genova always feels like home” dice Jack, e  Genova, caro Jack, sarà sempre pronta ad accoglierti con affetto e profondo entusiasmo , orgogliosa di poter apprezzare un grande artista, un autentico talento musicale, nelle cui vene scorre anche sangue genovese.

Sabrina Casu

I commenti sono chiusi.