PERSA IN UNA NUVOLA DI COLORE

Chi non l’ha mai fatto non può comprendere fino in fondo.

Se non ci si è immersi nelle nuvole di colori con quell’allegria incontrollata che si impossessa di chi partecipa, non si può immaginare. Neppure io lo sapevo quando con un gruppo di amici tra la Liguria e la Toscana abbiamo deciso di partecipare all’edizione 2014 di The Color Run Italia.
La tappa scelta era quella del 26 luglio a Marina di Pietrasanta… perché no, ci siamo detti, piena estate, voglia di stare all’aperto e di divertirsi e soprattutto di stare bene.

La chiamano la 5 km più felice del pianeta. Proprio quello che ci vuole per sentirsi bene!
Facilissimo formare una squadra di 13 persone. Quando dobbiamo andare a mangiare anche solo una pizza non siamo così veloci. Nella squadra elementi di ogni età, il più piccolo di 6 anni, Filippo, il mio nipotino, era il più felice di tutti. La mattina della gara ci svegliamo sotto una pioggia torrenziale… disastro! E ORA?? Tentiamo con la danza del sole dei Sioux, Filippo era quello che si impegnava più di tutti.

Non so se è stato merito degli indiani, ma dopo il vero e proprio alluvione della mattina, il cielo si è aperto ed è pure spuntato il sole! Alle 15 stavamo ritirando i pettorali al villaggio a Marina di Pietrasanta, con la musica sul palco che faceva da sottofondo e i gadget degli sponsor che già cominciavano a riempire la borsa colorata del pacco gara.
Neppure il tempo di rendercene conto che danzavamo in mezzo ad un mare di gente davanti agli insegnati di zumba che animavano il palco… e, inutile dirlo, Filippo era il più scatenato di tutti!

Già sudati marci, ci siamo avviati verso la partenza: i gruppi scaglionati da 250 persone circa cominciavano a partire festanti tra le prime piccole nuvole di colore e le magliette bianche erano un po’ meno bianche. Finalmente il nostro turno, siamo partiti mimando una corsa, ma in realtà non ci credevamo neppure noi che in men che non si dica saltellavamo all’indietro per goderci la vista del mare di gente festante!

Il primo punto colore era il fucsia, Filippo è praticamente scomparso sotto lo sbuffo di polvere, era felice e superati i metri colorati, di bianco spuntavano solo i denti del suo sorriso.
Che sballo, continuavo a ripetermi in testa. Tutta questa gente ha solo voglia di stare bene insieme. Tutti abbiamo fatto le foto di tutti, soprattutto di chi non conoscevamo! Praticamente siamo nelle foto di 6000 persone e non le vedremo mai!
Quasi ci dispiaceva quando superavamo gli altri punti colore, il blu, il rosso, il giallo, sapevamo che prima o poi ci sarebbe stato l’ultimo e poi l’arrivo… che peccato.

Leonardo, il fratello di Filippo, era felice di aver partecipato alla gara, un po’ meno di essersi sporcato e di dover camminare per così tanto tempo… ma in fondo lui era così anche da piccolissimo: andavamo al mare e non giocava con la sabbia per paura di sporcarsi, lo guardavamo ridendo imbrattati di sabbia per farlo giocare e lui ci guardava dall’alto del suo asciugamano pulito come se fosse appena uscito dalla vasca da bagno.
Susanna, mia figlia, ormai non aveva più un angolo della pelle pulito, ma era bello così, avrebbe portato fiera i “segni” di The Color Run per qualche giorno e lo avrebbe raccontato a tutti i suoi amici.

All’arrivo ci hanno dato una bottiglia d’acqua in una mano e una bustina di polvere colorata nell’altra e siamo tornati sotto al palco che continuava a pompare musica e ad animare il villaggio.
Siamo rimasti fino al tramonto, saltando e cantando con Filippo sulle spalle che guardava lo spettacolo dall’alto.

Abbiamo parlato di The Color Run per settimane e il nostro bel gruppo si è legato ancora di più, come succede tra quelle persone che vivono delle esperienze fuori dal comune. Abbiamo conservato le maglie colorate come fossero cimeli e la mattina dopo abbiamo dovuto sciogliere l’acido lattico dalle gambe di quel piccolo campione che con il suo entusiasmo ha voluto correre tutti i 5 km.

Indubbiamente da rifare, ci siamo detti, e allora perché non pensare a Genova?
E questa è la storia dell’arrivo di The Color Run a Genova… ammetto che dalla mia, ho la fortuna di lavorare per l’Ufficio Eventi di Porto Antico! ;)

Stefania Gaione

(Social Media Team – Porto Antico di Genova)

 Tutte le info sulla The Color Run che si svolgerà a Genova il 27 giugno, sono reperibili al seguente link: www.visitgenoa.it/it/evento/color-run

I commenti sono chiusi.