ROLLI 2016:10 ANNI DI UNESCO

Tornano puntuali come ogni anno i “Rolli Days“, le giornate dedicate ai sontuosi  Palazzi edificati tra la fine del ‘500 e l’inizio del ‘600 dalle aristocratiche famiglie genovesi.

Quest’anno il grande evento si arricchisce di un particolare destinato ad accrescerne il prestigio e l’esclusività. Nel 2016, infatti, si festeggia il decennale dell’ iscrizione del sito “Genova. Le Strade Nuove e il Sistema dei Palazzi dei Rolli” nella lista UNESCO del Patrimonio dell’Umanità

Genova è pronta a celebrare la straordinaria ricorrenza con ben tre edizioni dei Rolli Days, che saranno così articolate

1° edizione 2 – 3 aprile (consulta subito il programma)

2° edizione 28 – 29 maggio

3° edizione 15 – 16 ottobre

 Palazzo Reale - Sala degli specchi

Tre edizioni per raccontare una storia affascinate, che ci riporta in un passato lontano, al cosiddetto siglo de los genoveses, per donarci il ritratto di una città sfarzosa e opulenta, di una Repubblicaall’apice del suo potere finanziario e marittimo, che intratteneva ricchissimi traffici con la Spagna e i nuovi mondi conquistati. Genova  era allora così ricca che si diffuse il detto che l’oro nascesse in America, splendesse a Siviglia , ma venisse seppellito a Genova!

palazzo rosso

Un tripudio di splendore e  magnificenza, a cui però mancava un sovrano e quindi una reggia di rappresentanza capace di accogliere le tante personalità di rilievo che in quegli anni frequentavano assiduamente Genova. In compenso la Superba traboccava di lussuosi palazzi privati! Perché non utilizzarli? Fu così che per ordine del Senato, nel 1576 nacquero i “Rolli”, gli elenchi degli “alloggiamenti pubblici” ove vennero inserite le lussuose dimore che le nobili famiglie proprietarie avevano  l’onore e l’onere di mettere a disposizione dello Stato. Sovrani, papi, viceré, principi, ambasciatori, feudatari e governatori  potevano finalmente ricevere una degna accoglienza.

DurazzoCenturione1Nel luglio del 2006 ben 42 degli oltre 100 Palazzi iscritti ai  Rolli furono inseriti delle liste Unescodivenendo così  parte integrante del Patrimonio dell’ Umanità.

Un patrimonio immenso che da aprile a ottobre, nelle date sopra indicate,avrete l’occasione di vivere e contemplare!

pal rosso

Immersi in un trionfo di stucchi e marmi pregiati, affreschi , arredi, preziosi capolavori e giardini segreti, potrete scoprire o riscoprire alcuni dei più prestigiosi Palazzi dei Rolli; ma le nobili dimore non saranno le uniche protagoniste dell’evento! Nel  corso delle varie edizioni, infatti, verrà dato particolare rilievo al legame intercorrente tra i palazzi, la città e le splendide ville suburbane, appartenute alle stesse famiglie dell’aristocrazia genovese.

Cleopatra morente, una tela del Guercino nelle sale di Palazzo Rosso

Palazzo Angelo Giovanni Spinola - via Garibaldi 5

L’ edizione di aprile, ad esempio, proporrà una selezione di ben 23 Palazzi, 6 chiese e 3 ville suburbane, tra le quali ricordiamo Villa Migone, che il 25 aprile 1945 fu teatro di un evento straordinario: la firma del trattato di pace tra CLN Ligure e le truppe tedesche.

Villa del Principe - Piazza del Principe 4

Come di consueto, durante la visita ai Palazzi sarà possibile reperire informazioni storico artistiche grazie al prezioso contributo di studenti e ricercatori dell’Università degli studi di Genova

Chiesa San Pietro in Banchi - Piazza Banchi

Palazzo Giacomo e Pantaleo Balbi

Palazzo Lomellino

Non mancheranno i  percorsi  condotti da guide turistiche abilitate: è possibile acquistare le visiteonline sul nostro sito o direttamente presso gli uffici IAT di via Garibaldi 12r e via al Porto Antico 2(fino ad esaurimento posti) Tutti i dettagli sull’ itinerario di visita sono disponibili sul sito.

Rolli-Days-

Ma non finisce qui! Per festeggiare la ricorrenza del decennale,  è stato indetto il ContestRaccontaci i Tuoi Rolli che darà a tutti i partecipanti la possibilità di divenire parte attiva dello Storytelling della città! Scopri qui tutti i dettagli e le modalità di partecipazione al Contest.

Quale migliore occasione per venire a Genova e lasciarsi sorprendere da una città piena di tesori? Vi aspettiamo!

Sabrina Casu 

I commenti sono chiusi.