#Empty Museum A Palazzo Reale Durante I Rolli Days

Ci siamo.

E’ passato più di un mese dalla mia esperienza come Rolli Ambassador per Genova Turismo.

Il tempo giusto, forse, per raccontarvi a mente fredda una delle giornate più belle inerenti la sfera del mio blog.

Sabato 1 aprile.

Sveglia presto e come prima tappa, quella che senza dubbio mi ha colpito più di tutto, Palazzo Reale.

Palazzo Reale - Foto di Daniela Massardo

Palazzo Reale – Foto di Daniela Massardo

Nonostante ci bazzicassi intorno per via dell’università non ci avevo mai messo piede, quasi mi vergogno a dirlo, perché è superlativo!

A rendere ancor più speciale la nostra visita è stato il fatto che noi blogger ed igers abbiamo avuto la possibilità di visitarlo in una modalità speciale : l’ #emptymuseum .

Si tratta di un’iniziativa volta a cogliere il fascino e l’emozione di musei ed opere d’arte durante l’orario di chiusura al pubblico.

Siamo stati guidati da Luca Leoncini, storico dell’arte, nonché direttore del museo di Palazzo Reale, che ci ha deliziato di chicche e curiosità tra le varie sale.

Palazzo Reale vide susseguirsi al suo interno tre grandi famiglie genovesi : i Savoia, i Balbi ed i Durazzo.

Camminando lungo i saloni possiamo ammirare affreschi ed opere dei migliori artisti del Seicento e Settecento Genovese nonché Tintoretto, Van Dyck, e Voet .

Lo stile dominante è quello barocco e rococò.

Stucchi e decorazioni pregiate si susseguono ammaliando il visitatore poco per volta e catapultandolo in un’altra dimensione.

La Galleria degli Specchi è decisamente imperdibile.

Palazzo Reale - Galleria degli Specchi - Foto di Daniela Massardo.

Palazzo Reale – Galleria degli Specchi – Foto di Daniela Massardo.

Preziosi lampadari e statue creano suggestivi riflessi in un ambiente dalla luminosità unica.

Si attraversa poi la Sala delle Udienze, ove è possibile notare un “indurimento”dello stile, una rigidità maggiore percepibile dai drappi e dall’arredamento.

Seguono poi le stanze del Re e della Regina, rigorosamente separate.

Palazzo Reale - Dettaglio lampadario - Foto di Daniela Massardo

Palazzo Reale – Dettaglio lampadario – Foto di Daniela Massardo

Palazzo Reale - Sala del Re - Foto di Daniela Massardo

Palazzo Reale – Sala del Re – Foto di Daniela Massardo

E’ impossibile non soffermarsi sui dettagli che arricchiscono l’ambiente.

Le finestre, ampie e numerose permettono di “affacciarsi” continuamente verso il mare ed il cortile esterno.

Proprio dalla stanza della regina è possibile ammirare il “Teatro del Falcone”, considerata nell’antichità la seconda sala pubblica a pagamento dopo Venezia, anche se in realtà fu principalmente utilizzata dall’aristocrazia.

Teatro del Falcone - foto di Daniela Massardo

Teatro del Falcone – foto di Daniela Massardo

Il Teatro vanta la presenza di Carlo Goldoni nel 1763.

Oggi, dopo esser stato bombardato durante la seconda guerra mondiale viene utilizzato come sede di mostre.

Il percorso continua, e colmi di ricchezza interiore, si giunge al terrazzo esterno, dove il cuore ha un sussulto.

Esterni di Palazzo Reale - Foto di Daniela Massardo.

Esterni di Palazzo Reale – Foto di Daniela Massardo.

Da qui si può godere appieno degli esterni di Palazzo Reale,

i suoi giochi di colore,

 i suoi armoniosi contrasti nelle tinte bianco e rosso.

 

Volgendo lo sguardo a sud, gli occhi si spingono oltre la sopraelevata, verso il mare e la linea dell’orizzonte.

 

Palazzo Reale è davvero uno dei palazzi più belli di Genova, non lasciatevelo scappare.

Siamo così pieni di tesori nascosti in città, che ahimè sottovalutiamo.

Palazzo Reale è visitabile dal martedì alla domenica, ma per informazioni più dettagliate vi rimando al loro sito.

Per quanto mi riguarda è stata una meravigliosa esperienza, ringrazio Fabiana e Rossana di Genovamorethanthis per avermi, in primis, dato l’opportunità di conoscere un’altra bellezza della nostra città ed infine, cosa non da poco, l’onore di gestire l’account twitter di Genova Turismo.

 

“ Genova è la città più bella del mondo “

( Anton Cechov )

Daniela Massardo ( Blogger di  Racconti di Viaggio e Non Solo)

 

I commenti sono chiusi.