Un sabato mattina a Genova con gli Igers più iger!

Per un instagramer come me da 2000 followers o poco più all’incontro con gli igers più iger mi è sembrato di essere Ulisse in mezzo ai ciclopi, io piccola e loro grandi.

I loro numeri sono altissimi e significativi del lavoro che c’è dietro, non può essere solo inquadrare, scattare e postare, sicuramente c’è molto di più:

Darren Brogan @poetco_mouse da Edimburgo, 85.000 follower; Ngoc Chau @nappyc, dall’Olanda, 19.000 follower; Jonatan Rius Torn @pinapli, da Barcellona,  107.000 follower;

Toni Stadler @tonistdlr, da Dresda, oltre 44.000 follower; Henri Semidei @metadio da Parigi, 19.000 follower; Agnese Iannone @killbilla , 32.000 follower; Christian Bamante @chryphoto, 21 anni, siciliano, 31.000 follower;

Davide Oricchio @davideor94 Romano, 44.000 follower; Marco Usai @gusions, dalla Sardegna, oltre 35.000 follower; Martina Palma  @martiipal, oltre 60.000 follower.foto di Dina Alessandro

Come Ulisse partendo dalla Itaca dei genovesi, Piazza De Ferrari e con il suo logo GENOVA MORE THAN THIS,  abbiamo viaggiato alla scoperta delle meraviglie della nostra città e fotografare il nostro centro storico, la nostra vita, le nostre persone, le nostre abitudini, le nostre tradizioni, le nostre tipicità, i nostri cibi e soprattutto le nostre botteghe storiche facendo visita ad alcune di esse:

– Polleria Aresu

– Pasticceria Romanengo

– Busellato

– Lucarda

– Barberia Giacalone

-Viganotti

IMG_7339

Foto di Dina AlessandroIo, genovese, mi sono posta come loro spettatrice, curiosa di vederli in azione e impaziente di acquisire spunti dai loro gesti e dalle loro pose,  curiosa di scoprire quello che riprendevano, come lo riprendevano, i punti di vista, gli obiettivi, i colori, i focus e soprattutto i loro strumenti. Pensavo avessero tutti mega macchine fotografiche,  invece c’è chi tra loro usa solo il cellulare come il mio!

Foto di Dina Alessandro

Ho cercato anche di capire il background dei loro profili, di carpire i loro segreti nella gestione dei loro rapporti con i follower, di come facciano ad acquisirne di nuovi e gestire i loro grandi numeri… io sono in difficoltà con i miei 2000!IMG_7336

Invece,  mi sono trovata tra un gruppo di amici pronto a farsi ispirare dalla nostra Genova e non sono riuscita a “rubare” quasi nulla da loro anzi mi sono trovata a condividere esperienze e difficoltà comuni:

  • non riuscire a rispondere ai tuoi seguaci in tempi brevi (5 giorni di ritardo nelle risposte);
  • a chi esprime il proprio apprezzamento verso il tuoi scatti dover rispondere sempre nello stesso modo (quasi copiaeincolla “grazie, thanks, gracias, ecc…” in tutte le lingue del mondo)
  • cercare sempre nuovi spunti e nuovi punti di vista per evitare di cadere nella banalità e di essere ripetitivi e scontati

Foto di Dina Alessandro

Alla fine della nostra mattinata  abbiamo condiviso con loro i sapori della nostra cucina al ristorante I Tre merli: farinata, focaccia tipo-Recco, focaccia, focaccette, torta di cipolla, torta di verdura con la Prescinsêua,  vino locale e per finire la favolosa panera!Foto di Dina Alessandro

La fine della piccola Odissea mi ha fatto tornare alla normalità della esiguità dei miei 2080 follower, che per me sono moltissimi e che non finirò mai di ringraziare  perché il loro sostegno, l’interazione con loro, i commenti, i likes mi incentivano a far sempre meglio per non deluderli e perché non mi abbandonino!

Passata l’esperienza con i miei ciclopi, gli igers più iger che io abbia mai incontrato, come Ulisse sono pronta per una nuova avventura, un nuovo luogo da visitare come spunto per nuovi scatti!

Dina Alessandro

I commenti sono chiusi.