Le Botteghe Storiche

Botteghe StoricheVarcare la soglia di certi luoghi genovesi, significa immergersi inaspettatamente in un’atmosfera popolata da gesti e consuetudini d’altri tempi.

Significa trovarsi al cospetto di interi secoli di storia, che all’improvviso prendono forma davanti ai vostri occhi per lasciarsi osservare, ascoltare, comprendere.Botteghe Storiche Romanengo

Posti unici e speciali, in cui la cura per il dettaglio, l’attenzione scrupolosa per la materia prima e il legame indissolubile con la tradizione, si traducono in un requisito prezioso: l’autenticità.

Quei luoghi sono le Botteghe Storiche di Genova, un patrimonio di inestimabile valore, che la Superba ha saputo conservare come poche altre città italiane.Botteghe Storiche Mangini

Custodite all’interno di edifici antichi, disseminate nel cuore delle città e del suo centro storico, tra stretti vicoli e minuscole piazzette, le Botteghe Storiche sono la testimonianza di attività esistenti da almeno 70 anni, in molti casi addirittura 200, che ancora oggi vantano architetture, arredi e attrezzature d’epoca originali.Ph Instagram marescotti_genova

La Soprintendenza, il Comune, la Camera di Commercio e le Associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato di Genova, si sono fatti promotori e custodi dell’Albo delle Botteghe Storiche, esperienza ad oggi unica in Italia, al fine di tutelare e tramandare questo grande tesoro genovese alle generazioni future.Botteghe Storiche - Profumo Villa

Un tesoro che merita di essere conosciuto ed apprezzato. A tal proposito, ogni venerdì pomeriggio alle 15.30, è possibile partecipare a un suggestivo percorso guidato dedicato proprio alle antiche botteghe storiche genovesi. Disponibile in lingua italiana e inglese, il tour è articolato in tre diversi itinerari, che si alternano ogni settimana. Ogni itinerario prevede una piacevole degustazione in due botteghe situate lungo il percorso. (Tutte le nfo su: itinerario 1 itinerario 2, itinerario 3) Botteghe Storiche Pissimbono

Alla narrazione dettagliata della guida turistica, faranno eco le testimonianze dei proprietari delle botteghe visitate, oggi alla quarta, quinta o, in alcuni casi, addirittura alla settima generazione. Rivivrete le storie emozionanti di giovani e intraprendenti commercianti genovesi del passato, che sfidarono guerre, crisi economiche e infinite avversità pur di realizzare e tramandare le loro attività.Bottegehe Storiche - Luico Fabbrica di turaccioli

Vi lascerete conquistare dal racconto di chi ha fortemente voluto custodire nel tempo quelle stesse attività, confrontandosi con le dinamiche del mercato attuale e la conseguente necessità di sapersi reinventare, con costanza e tenacia, senza mai perdere di vista il rapporto con le epoche passate.

Confetterie, tripperie, antiche sartorie, friggitorie, barberie abbellite da decori in stile liberty, vi introdurranno in una realtà incredibilmente affascinante, tutta da scoprire.

Tra marmi pregiati, vetrine in cristallo, soffitti affrescati e banconi ottocenteschi, vi innamorerete all’istante di raffinate cravatte, camicie e calzature rigorosamente realizzate a mano.Botteghe Storiche Romanengo

Vi lascerete conquistare dal sapore di variopinti confetti, frutta e fiori canditi, gocce di rosolio, e poi ancora fondants, conserve di fiori ed eleganti ampolle di sciroppo di rosa.Botteghe Storiche Tripperia di Vico Casana

Dal pandolce, disponibile in qualsiasi periodo dell’anno, non solo Natale, alla trippa, alla farinata, agli oggetti di antiquariato, ai prestigiosi tessuti locali, vi troverete al cospetto di prodotti unici, frutto di tecniche antichissime, tramandate di generazione in generazione e ancor prima di materie prime di altissima qualità, scelte con estrema cura.Botteghe Storiche Arduino

Circondati da specchi, poltroncine di velluto e lampadari di cristallo, ammirerete i luoghi dove erano soliti sostare per un caffè o una bibita, personaggi illustri come Eugenio Montale, Camillo Sbarbaro, Gilberto Govi, Sandro Pertini.Botteghe Storiche - Finollo

Potrete gustare la celebre brioche alla crema di nocciola Falstaf, dolce omaggio genovese a Giuseppe Verdi, che a Genova trascorse un lungo periodo, o curiosare tra le vetrine dell’antica bottega dove, nel lontano 1893, Sissi, la principessa Elisabetta d’Austria, si fermò ad acquistare dolci prelibatezze locali.Botteghe Storiche Stagno

“Andar per botteghe” sarà come sfogliare le pagine di un  libro dedicato alla storia genovese, sarà come scoprire la Superba tra presente e passato, seguendo un file rouge prezioso:la tradizione, anima profonda, viva e vivace di una città autentica.Botteghe Storiche Romanengo

Sabrina Casu

 

I commenti sono chiusi.